Oggetto: Manutenzione e conservazione di cravatte e farfallini

Claudio Tettamanzi

da Oltrona di San Mamete, sabato 24 novembre 2018 alle ore 22:37:19

Esimio Gran Maestro

durante l'interessante ed istruttivo evento "Chapeau, fisica e metafisica del cappello" del nove novembre scorso a Parma, ho avuto la fortuna ed il piacere di ammirare la cravatta "da urlo", e mi son chiesto quale trattamento è consigliabile dopo l'uso delle cravatte (e dei farfallini), per eliminare eventuali pieghe (arrotolare, vaporizzare...), e come riporle e conservarle nel guardaroba: arrotolate, appese, infilate di piatto o di taglio nelle loro buste di plastica trasparente...

Negozianti, manifatture, appassionati, declamano pregi e difetti di un metodo o dell'alltro: non devono piegarsi, schiacciarsi, sgualcirsi, stirarsi, occupare spazio, ma piuttosto devono respirare, essere facilmente reperibili, lasciare che l'amatore goda della vista del proprio reggimento (o collezione)...

Cosa è meglio per la salute e la felicità delle cravatte (e dei farfallini)?

Certo di una risposta delucidante, porgo cordiali saluti e sentiti ringraziamenti.

Claudio Tettamanzi

 

 

 

 

Avvertenza:
Volendo aggiungere immagini interne all’intervento, cliccare Invio due volte prima e dopo averle inserite.
Solo così appariranno ben distanziate dal testo e tra loro.

 

Selezioni l'immagine di anteprima

INVIO

Prossimi Eventi

oggi maggio - 2020
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom