Il prezzo della sartoria.

Sartoria

Marco Pavarani

da Lucca, mercoledì 4 novembre 2020 alle ore 12:24:21

Preg.mo Gran Maestro Maresca,

ad inizio di questo terribile anno il sarto che mi serviva da 28 anni si è ritirato in riviera ed ha smesso la professione. E' stato un duro colpo per il sottoscritto, avendo con lui creato il mio guardaroba dell'età matura. 

Da sempre abituato a vestire completamente su misura, ho cominciato la ricerca di una nuova sartoria. Compito veramente difficile per un uomo, a ché se ne dica. 

Così facendo mi sono imbattuto e ho conosciuto alcuni sarti, taluni anziani, altri più giovani, alcuni famosi e conosciuti, altri più nascosti e modesti. 

Vengo ora alla mia domanda. 

La forbice dei prezzi è enorme, come forse in pochi altri settori. Mi perdoni l'esempio sacrilego, ma se decido di acquistare una macchina e ne decido la categoria, è ovvio che da una coreana ad una tedesca c'è una bella differenza, ma non come qui. Qui si parla di due,tre,quattro, cinque volte i valori tra uno e l'altro.

Ho trovato il sarto che domanda 1000€ per un abito due pezzi ma ho trovato anche quello che ne domanda 2500€, un altro 3200€, un altro 4800€, un altro ancora torna a 1600€. 

Perchè ???

Ma tutta questa differenza è per il nome che ha la sartoria ?

C'è un così abisso di differenza tra un abito da 1000 ad uno di 5000 ?

Quale è il prezzo giusto o il range corretto che deve costare un abito su misura nel 2020 in Italia ?

Perché queste enormi differenze ?


Un po' disorientato la saluto con stima.

Marco Pavarani

 

 

 

 

Avvertenza:
Volendo aggiungere immagini interne all’intervento, cliccare Invio due volte prima e dopo averle inserite.
Solo così appariranno ben distanziate dal testo e tra loro.

 

Selezioni l'immagine di anteprima

INVIO

Prossimi Eventi

oggi novembre - 2020
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom